Come installare Adobe Digital Editions su Linux (Ubuntu 14.10 Utopic Unicorn)

Ovvero il modo più legale (che conosca) per farlo se non si ha accesso ad un computer con Windows.

This blog post is published also in English

PREMESSA

Negli scorsi giorni ho preso in prestito dalla biblioteca (pubblica) dell’Università (pubblica) che frequento una copia del libro “Apache Maven 2 Effective Implementation: Build and Manage Applications with Maven, Continuum, and Archiva” di Maria Odea Ching e Brett Porter. Sfortunatamente il libro è disponibile in formato digitale solo attraverso Adobe Digital Editions ed il file è protetto dai DRM.
Mi ci è voluto un po’ ad installare il software ed essere finalmente in grado di leggere il file, quindi voglio descrivere in questo post quali sono le operazioni che ho compiuto.

Ci sono svariate guide (1) (anche in inglese (1,2)) su internet che spiegano come installare Adobe Digital Editions su Linux, ma tendono a diventare inutilizzabili molto velocemente non appena una nuova versione del software viene pubblicata. Anche quanto si può trovare sui forum Adobe è abbastanza incompleto o contraddittorio (1,2).
La maggior parte delle guide esistenti consigliano di usare Wine, ma i nuovi rilasci di Adobe Digital Editions (versione 4) richiedono come prerequisito l’installazione della pattaforma .NET di Microsoft che, di fatto rende impossibile l’installazione di Adobe Digital Editions. Ho provato, tra le altre cose, ad usare l’ultima versione di Wine, ed altri software derivati da esso come PlayOnLinux o Crossover, ma non sono riuscito nemmeno a completare l’installazione di Adobe Digital Editions 4.0.2.

Alla fine ho trovato questa soluzione (più una pezza che una soluzione vera e propria) che usa una macchina virtuale Windows che si può scaricare legalmente.

DISCLAIMER

Questa procedura richiederà lo scaricamento e l’installazione di una tonnellata di software proprietario e di accettare le rispettive licenze e termini d’uso. Sfortunatamente non sembrano esserci alternative o workaround in questo momento e credo che questo sia un classico esempio del perché i DRM sono un’idea sbagliata.

Un altro disclaimer generale: i consigli che troverete hanno l’obiettivo di mostrare cosa sia necessario fare per leggere un libro che avete acquistato o ottenuto legalmente (per esempio attraverso un prestito in biblioteca). Il punto di questo blog post è (anche) quello di mostrare quanto sia difficile per un utente Linux avere a che fare con i DRM, con la speranza che questo convinca tutti che i DRM non sono una buona soluzione al problema della gestione delle copie delle opere digitali. Non ho fatto un compendio (né ho intenzione di farlo) di tutti le condizioni d’uso ed i contratti relativi ai software che si dovranno scaricare, ma siete naturalmente invitati a leggere tutti i termini d’uso prima di accettarli. In ogni caso, credo che il metodo suggerito sotto sia meglio dello scaricare software da fonti sconosciute, ma quanto descritto probabilmente sconfina oltre ciò che è strettamente permesso dalle varie licenze.
Probabilmente non dovreste seguire questa guida per il semplice fatto che state “aggirando” i DRM. Probabilmente «qualsiasi cosa facciate finirete per essere pirati». Usate questa guida a vostro rischio e pericolo e non dite che non vi avevo avvisato prima.

Infine, se pensate che i DRM non sono una cosa molto sensata e se la vostra biblioteca distribuisce libri con DRM potreste essere interessati alla campagna della Free Software Foundation per eliminare i DRM. Valutate anche la possibilità di scrivere alla vostra biblioteca per fare presente questo problema (come fece sempre la FSF con la biblioteca pubblica di Boston).

GUIDA

  1. Andate sul sito modern.ie: questo è un sito ufficiale di Microsoft1 dove potete scaricare una immagine di una macchina virtuale VirtualBox con Microsoft Windows (più info)
  2. Scegliete la versione (1) IE7 on Vista e (2) la piattaforma VirtualBox on Linux, infine scegliete il metodo di download che preferite (per esempio cURL2 (Perché Vista e non XP? 3)
  3. Inizierà il download di 5 file, in totale 4.1 GB, quindi se siete collegati ad internet con una connessione ADSL casalinga questo step richiederà svariate ore. Trovate qualcos’altro da fare nel frattempo.
  4. (facoltativo) se avete scaricato i file parziali con cURL dovete concatenarli in un unico file:
    cat IE7.Vista.For.Linux.VirtualBox.zip.00* > IE7.Vista.For.Linux.VirtualBox.zip
  5. controllate che la somma md5 dei file che avete scaricato corrisponda.
  6. decomprimendo il file con unzip otterrete un file con estenzione .ova
    unzip IE7.Vista.For.Linux.VirtualBox.zip
  7. Aprite VirtualBox e dal menu File/Importa appliance... importate il file IE7 - Vista.ova che avete ottenuto precedentemente.
  8. Avviate la nuova macchina virtuale.
  9. Installate la piattaforma .NET versione 4 che è necessaria per installare l’ultima versione di Adobe Digital Editions
  10. Scaricate Adobe Digital Editions dal sito Adobe e installatelo facendo doppio click sull’installer.
  11. Scaricate ed installate Calibre per Windows
  12. Scaricate e installate il plugin DeDRM per Calibre di Apprentice Alf, delle instruzioni di installazione più dettagliate sono disponibili in questo post (se avete bisogno di una traduzione chiedetemelo nei commenti).

A questo punto dovreste essere in grado di aprile i file con estensione .ascm che scaricate dalle varie librerie digitali online o dalle biblioteche, scaricate i file sulla vostra macchina virtuale ed aggiungeteli a Calibre per togliere il DRM.
Finalmente avrete nella vostra “Biblioteca di Calibre”, un file che potrete leggere su ogni computer (e dispositivo, infatti potete usare Calibre per convertire i vostri libri nei formati che vi servono).

Questa guida è già abbastanza lunga così com’è e quindi ho evitato di dilungarmi in dettagli, in ogni caso se trovate che qualcosa non sia chiaro segnalatemelo nei commenti e proverò a rispondervi ed ad aggiornare il post.


  1. Non c’è bisogno che mi crediate sulla parola, ecco qui un whois:

    $ whois modern.ie

    domain: modern.ie
    descr: Microsoft Corporation
    descr: Body Corporate (Ltd,PLC,Company)
    descr: Discretionary Name
    [...]
    person: Benjamin Orndorff
    nic-hdl: AOG516-IEDR
    source: IEDR

    person: MSN Hostmaster
    nic-hdl: AAW572-IEDR
    source: IEDR



  2. # Copi-incollate il comando seguente in un terminale per scaricare tutti i file necessari.
    # cURL è installato di default in molte distribuzioni Linux, se ne volete sapere di più visitate il sito http://curl.haxx.se/

    curl -O -L "https://www.modern.ie/vmdownload?browserOS=IE7-Vista&parts=5&platform=Linux&virtPlatform=virtualbox&filename=VMBuild_20141027/VirtualBox/IE7/Linux/IE7.Vista.For.Linux.VirtualBox.zip{.001,.002,.003,.004,.005}"

  3. Ho provato a seguire la stessa procedura scaricando ed installando l’immagine con Windows XP, ma ottenfo alcuni errori durante l’installazione di Adobe Digital Edition quindi, al mio secondo tentativo, ho scaricato la versione con Vista. Inoltre anche Calibre ha problemi con XP perciò scegliamo la versione con Microsoft Vista.

One thought on “Come installare Adobe Digital Editions su Linux (Ubuntu 14.10 Utopic Unicorn)

  1. Pingback: How to install Adobe Digital Editions on Linux (Ubuntu 14.10 Utopic Unicorn) | balist.es

I commenti sono chiusi.